Informazione web della Comunità di Quiliano

free wifi quiliano

P.zza Costituzione
Biblioteca

LA MANO AMICA DELLA CRI

Aiuto, solidarietà, disponibilità e voglia di fare gruppo. Sono solo alcune delle caratteristiche che ogni persona ha sempre avuto per iscriversi alla Croce Rossa. Sia al comitato di Vado Ligure-Quiliano, come altrove. SHARON TEMPESTINI Cambia la Cri di Vado Ligure- Quiliano, non solo servizi in ambulanza, ma anche sostegno e assistenza. Oggi a seguito del […]

Aiuto, solidarietà, disponibilità e voglia di fare gruppo.

Sono solo alcune delle caratteristiche che ogni persona ha sempre avuto per iscriversi alla Croce Rossa. Sia al comitato di Vado Ligure-Quiliano, come altrove.

SHARON TEMPESTINI

Cambia la Cri di Vado Ligure- Quiliano, non solo servizi in ambulanza, ma anche sostegno e assistenza. Oggi a seguito del lockdown e delle ricadute della pandemia, il Presidente Davide Rastrello ha notato un cambiamento nella mentalità dei nuovi arrivati.

Mentre un tempo le persone si iscrivevano in Croce Rossa soprattutto spinti dall’esempio di un amico che già faceva parte dell’Associazione e quindi per fare comunità, oggi, la gente aderisce perché ricerca una crescita personale dovuta non più solo dal servizio in ambulanza ma dalla volontà di assistere e aiutare i più deboli e i bisognosi. Questa scelta sarebbe dovuta al tipo di informazione messa in campo dalla Croce Rossa, e nel caso del Comitato di Vado Ligure-Quiliano per il ricorso specifico ai social.

NON SOLO PRONTO INTERVENTO

Durante la pandemia grazie ad un attivo utilizzo dei social la comunità ha iniziato a capire che Croce Rossa non è solo ambulanza e pronto intervento, ma anche altro. Per mezzo di questi media, durante il lockdown, veniva pubblicizzato l’impegno dell’ente per il pronto spesa, il pronto farmaco e la consegna a domicilio dei generi alimentari di prima necessità. Ciò ha permesso di mostrare una parte di quello che si occupa l’area dedicata all’inclusione sociale e ha spinto molte persone non interessate al servizio in ambulanza a sostenere il corso di accesso tenutosi a settembre 2020.

“Sono molto contento dei risultati – ha affermato il presidente Davide Rastrello – e di come ad ogni corso cresca il numero dei nuovi iscritti. Anche tra i più giovani aumenta la voglia e la consapevolezza che con Croce Rossa le persone si possono aiutare non solo con il servizio in ambulanza ma soprattutto con supporti psicologici in diversi ambiti di intervento (sociale, sanitario, protezione civile)”.

IN MASCHERA PER I PIÙ PICCOLI

Interventi sul campo, di sostegno, ma anche momenti ludici, per sdrammatizzare determinate situazioni. Tramite i social, l’opinione pubblica ha potuto apprendere appieno lo spirito dei volontari (voglia di aiutare divertendosi). Sono stati organizzati balletti dedicati alla baby dance; spirito che è stato utilizzato durante una delle poche attività che il Comitato ha potuto mettere in pratica a seguito delle restrizioni seguendo le precauzioni anti-Covid. Per esempio, tramite questo progetto, EC.R.I.FANIA! , le volontarie della Croce Rossa di Vado Ligure-Quiliano, travestite da befane, hanno fatto il possibile per portare un po’ di felicità e spensieratezza ai bambini durante la sera della vigilia dell’Epifania donando gadget.

IN LOTTA CONTRO LE DISUGUAGLIANZE

Oggi, grazie a questo cambio di mentalità interna, il presidente del Comitato vorrebbe cercare di indirizzare una maggiore attenzione verso i principi e i valori umani del Diritto Internazionale Umanitario (DIU) e verso il sociale puntando all’inclusione sociale per contrastare l’emarginazione data dalle disuguaglianze che in questo periodo di forte crisi sono in continuo aumento, il tutto, precisa il Presidente, senza lasciare indietro la copertura 118 che punta a portare a 24 ore su 24.

 

 

Articoli correlati

Di