Informazione web della Comunità di Quiliano

free wifi quiliano

P.zza Costituzione
Biblioteca

UNA SETTIMANA DI ALTO LIVELLO

Beatrice Poggio, allieva del secondo corso accademico della Scuola Danza Cherie di Quiliano, ha partecipato alla settimana di Studio Intensivo della Tecnica Classica del Centro Formazione AIDA (Associazione Insegnanti Danza Accademica) di Milano. SABRINA ROSSI     Una settimana intensa, impegnativa ma ricca di soddisfazioni. Beatrice Poggio, allieva del secondo corso accademico della Scuola Danza […]

Beatrice Poggio, allieva del secondo corso accademico della Scuola Danza Cherie di Quiliano, ha partecipato alla settimana di Studio Intensivo della Tecnica Classica del Centro Formazione AIDA (Associazione Insegnanti Danza Accademica) di Milano.

SABRINA ROSSI

 

 

Una settimana intensa, impegnativa ma ricca di soddisfazioni. Beatrice Poggio, allieva del secondo corso accademico della Scuola Danza Cherie di Quiliano, ha partecipato ad una settimana di Studio Intensivo della Tecnica Classica (dal 20 al 24 giugno) del Centro Formazione AIDA (Associazione Insegnanti Danza Accademica) di Milano. Un’accademia molto prestigiosa, in cui Beatrice Poggio ha seguito lezioni con docenti di altissimo livello di danza moderna, danza contemporanea, storia del balletto, danza classica accademica e lezioni di punte. Ha potuto partecipare a questa settimana intensiva grazie a una borsa di studio del 50%, che aveva ottenuto svolgendo uno stage con la maestra Marisa Caprara, presidente AIDA alla Scuola Danza Cherie.

Una vera e propria settimana di formazione, di studio, di lavoro, di coesione con le altre persone e di confronto con altre allieve che studiano in un’accademia così importante. Una grande occasione per crescere professionalmente e artisticamente.

Per me questa esperienza rappresenta veramente tanta emozione – afferma soddisfatta l’insegnante Elisa Isnardi – Beatrice frequenta la nostra scuola da quando ha quattro anni, il solo fatto di veder crescere queste bambine è tantissimo, soprattutto artisticamente. Vederle crescere e vedere che frequentano un corso accademico in scuole così prestigiose è un grande orgoglio, una soddisfazione personale e per la nostra scuola”.

Articoli correlati

Di