Informazione web della Comunità di Quiliano

free wifi quiliano

P.zza Costituzione
Biblioteca

ALTERNATIVE ROCK IN CARPIGNANO

Sabato sera l’appuntamento clou della manifestazione artistico-musicale Musaq a San Pietro in Carpignano: protagoniste le band Zebra Fink e Rezophonic con Eva Poles ANDREA OLIVERI Il Musaq – Music & Street Art Quiliano Contest è prima di tutto un evento dedicato ai temi della lotta al cambiamento climatico – obiettivo 13 dell’Agenda 2030 delle Nazioni […]

Sabato sera l’appuntamento clou della manifestazione artistico-musicale Musaq a San Pietro in Carpignano: protagoniste le band Zebra Fink e Rezophonic con Eva Poles

ANDREA OLIVERI

Il Musaq – Music & Street Art Quiliano Contest è prima di tutto un evento dedicato ai temi della lotta al cambiamento climatico – obiettivo 13 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite – e del rispetto nei confronti del pianeta; contestualmente si svolge sul territorio di Quiliano, città membro della Rete dei Comuni Sostenibili.

E, per quella che sarà la sua serata ‘clou’, quella di sabato sera nell’area spettacoli di San Pietro in Carpignano, non poteva far altro che chiamare quelli che sono considerati come gli ambasciatori del movimento ambientalista, i Rezophonic.

Supergruppo italiano fondato dal batterista Mario Riso (Movida, Rock Tv) a cui hanno partecipato, dal 2006 ad oggi oltre duecento musicisti della scena rock italiana, tra cui membri di gruppi come Lacuna Coil, Negramaro, Negrita, Timoria, Linea 77, ma anche artisti solisti come Caparezza ed Enrico Ruggeri, i Rezophonic sono un progetto sociale ed umanitario, i cui proventi derivati da concerti e dischi hanno permesso la costruzione, in 14 anni di attività, di 171 pozzi ,15 Cisterne per la raccolta di acqua piovana e 3 scuole in Africa, al confine tra Kenya e Tanzania. Il collettivo, che attraverso le proprie canzoni ha raccontato di Africa, acqua e spreco, ha tuttora all’attivo tre album (“Rezophonic” del 2006, “Rezophonic 2 – Nell’acqua” (2011) e “Rezophonic III” (2014). Dal 2018 ad oggi sono stati pubblicati i singoli “Mayday”, in duetto coi Lacuna Coil, e “ L’ultimo fiore del mondo”, i quali andranno a confluire nel prossimo lavoro, dal titolo “Rezophonic IV”.

Sabato sera porteranno sul palco di San Pietro i classici del proprio repertorio, come “L’uomo di plastica”, Nell’acqua o “Dalla a me (io sicuramente non la spreco)”, e si avvalleranno della presenza di una special guest, ovvero la cantante Eva Poles.

Voce storica dei Prozac+, importante gruppo punk rock italiano con i quali ha inciso cinque album tra il 1996 e il 2004, vincendo un disco d’oro e uno di platino con l’album “Acido Acida” e arrivando ad essere scelti come supporters ufficiali dei concerti italiani degli U2 nel 1997, Eva è anche autrice e compositrice: nel 2011 ha firmato per i Rezophonic il testo e la musica del brano da lei cantato “Regina veleno” che sarà sicuramente tra i brani in scaletta a Quiliano. Eva Poles è oggi titolare di una propria carriera solista, iniziata nel 2012 con l’album “Duramadre”, ma è anche un’ apprezzata disc-jockey: i suoi dj set in solitaria o con il progetto Vipere Dj Set, condiviso con Laura Bussani, l’hanno portata a esibirsi nei club più importanti del circuito alternativo italiano. Non solo: ultimamente si è distinta anche sul fronte della didattica, tenendo lezioni e seminari di canto moderno in varie città italiane e di frequente è stata membro di giurie selezionatrici in svariati concorsi musicali.

Tra le fila del progetto Rezophonic figura anche la giovane Ketty Passa, al secolo Concetta Passaretta, poliedrica veejay, cantante, musicista, performer, speaker e presentatrice televisiva. Nel suo vasto curriculum, collaborazioni con Rock TV, Deejay TV e Radio Popolare, partecipazioni a programmi tv come “Chiambretti Sunday Show”, “Nemo – Nessuno escluso”, in onda in prima serata su Rai2 e “All Together Now”, condotto da Michelle Hunziker e J-Ax. Come cantante ha pubblicato alcuni dischi, sia con la band Toxic Tuna che come solista, tra cui “Era Ora”, nel 2017.

Salirà sul palco con i Rezophonic anche KG MAN, nome d’arte di Tommaso Bai, cantante toscano e fondatore dell’affermata reggae band “Quartiere Coffee”, con la quale ha preso parte a importanti manifestazioni estive come l’Heineken Jamming Festival, il Rototom Sunsplash, l’OverJam Festival e il Venice Sunplash. Dotato di grande talento nel creare nuove melodie e noto per la sua ottima conoscenza del dialetto Patwa (Jamaica), ha ottenuto successo sul mercato estero producendo materiale per produttori francesi, tedeschi e jamaicani. Negli anni si è esibito con i maggiori artisti dancehall mondiali (Stephen Marley, Sizzla, Teflon e Alborosie). Nel 2014 ha pubblicato il suo primo album solista, “International Business”.

Prima dell’esibizione dei Rezophonic, ci sarà ancora tempo per un’altra band: Gli Zebra Fink arrivano da Piacenza e sono una band di alternative rock nata nella seconda metà degli anni Duemila. Il quartetto, composto da Alberto Zucconi (voce e chitarra), Marco Cusenza (chitarra), Giulio Armanetti (basso) e Federico Merli (batteria) ha pubblicato finora due album, “L’era del porno amatoriale” e “Zeno”, usciti rispettivamente nel 2012 e nel 2016 per OrzoRock Music, etichetta indipendente piacentina specializzata nel genere rock; tuttavia il loro esordio discografico vero e proprio risale al 2006 e al 2010, quando la band aveva dato alle stampe due EP autoprodotti, “Casablanca Sex Inc.” ed “Eravamo così fragili”. Nel 2019 la band ha pubblicato il singolo “Magma”, tramite il quale il gruppo amplia il proprio sound inserendo contaminazioni elettroniche.

Articoli correlati

Di