Informazione web della Comunità di Quiliano

free wifi quiliano

P.zza Costituzione
Biblioteca

IL TURISMO “CAMPAGNOLO”

Quiliano in trasferta in Corsica per rappresentare il territorio alla Fiera di U Turisimu Campagnolu di Filitosa dal 5 al 7 agosto MARCO OLIVERI Ci sarà anche un po’ di Quiliano – e, di riflesso, del territorio savonese – alla 30esima edizione della “Fiera di u Turisimu Campagnolu”, a Filitosa, in Corsica. Infatti, il Comune […]

Quiliano in trasferta in Corsica per rappresentare il territorio alla Fiera di U Turisimu Campagnolu di Filitosa dal 5 al 7 agosto

MARCO OLIVERI
La locandina della 30esima edizione dell’evento corso

Ci sarà anche un po’ di Quiliano – e, di riflesso, del territorio savonese – alla 30esima edizione della “Fiera di u Turisimu Campagnolu”, a Filitosa, in Corsica. Infatti, il Comune quilianese è stato invitato a partecipare allo storico e prestigioso evento che si svolgerà il prossimo weekend nelle giornate tra il 5 e il 7 agosto.

Così, il sindaco Nicola Isetta rappresenterà Quiliano in terra corsa, esportando le istanze del GAL “Valli Savonesi” e le eccellenze locali. «Questa iniziativa si propone di essere un crocevia rurale europeo di turismo agricolo e sostenibile – dichiara Isetta- coglieremo l’occasione per raccontare il nostro territorio, i prodotti agricoli, i progetti e le iniziative nell’ambito di riferimento, confrontandoci inoltre con altri paesi e comunità diverse, dalla Corsica alla Francia, fino alla Sardegna e ad altre regioni italiane. Questa trasferta si inserisce in un contesto di promozione e valorizzazione dei territori, delle tradizioni e culture, in un’ottica di innovazione e di utilizzo di strumenti e reti di rapporti nuovi e innovativi».

La Fiera di Filitosa si svolge da più di 30 anni su un prestigioso sito preistorico, forte di un simbolismo di continuità e trasmissione. I temi del turismo e dell’agricoltura, da 20 animano  i dibattiti tra una rete europea di attori economici, associativi e istituzionali.

Un evento che oggi segna ancora di più una sinergia tra agricoltura, turismo, artigianato, cultura e commercio, in un contesto di crisi sanitaria post-Covid 19 che ha permesso di federare tutti gli attori del settore economico dei territori corsi, ma anche quelle del Mediterraneo e dell’Europa.

«L’obiettivo è dare una nuova dimensione alla fiera attraverso approfondimenti su temi come il futuro del turismo rurale e del patrimonio, con la prospettiva di creare offerte per quattro stagioni tra tutte le parti interessate e la promozione del turismo sostenibile – conclude Isetta – proporremo anche riflessioni su un piano di risanamento che individui i più efficaci prodotti, strumenti di marketing, mezzi di promozione e di trasporto».

[email protected]

Articoli correlati

Di