Informazione web della Comunità di Quiliano

free wifi quiliano

P.zza Costituzione
Biblioteca

ARMELLINO SI FA IN DUE

L’ex giocatore del Quiliano ora svolge il ruolo di preparatore atletico e osteopata. MICHAEL TRAMAN   Nell’organigramma del Quiliano&Valleggia spicca la figura di Federico Armellino, che, oltre a svolgere il ruolo di preparatore atletico, mette a disposizione della società la propria esperienza in quanto osteopata. Ex giocatore del Quiliano, Armellino inizia fin dal suo primo […]

L’ex giocatore del Quiliano ora svolge il ruolo di preparatore atletico e osteopata.

MICHAEL TRAMAN

 

Nell’organigramma del Quiliano&Valleggia spicca la figura di Federico Armellino, che, oltre a svolgere il ruolo di preparatore atletico, mette a disposizione della società la propria esperienza in quanto osteopata. Ex giocatore del Quiliano, Armellino inizia fin dal suo primo anno di studi di osteopatia a fare il massaggiatore per le squadre di calcio. “Ho intrapreso questa attività – spiega – per provare a capire subito i problemi che possono sorgere in ambito sportivo e per farmi un’idea di come  porre rimedio agli infortuni dei calciatori”. Un percorso, quello dell’osteopatia, intrapreso perché spinto dalla passione per il corpo umano e, afferma, “per poter fare del bene alle persone trovando soddisfazione a livello personale e professionale”.

Ma quali sono i problemi maggiori che un osteopata deve fronteggiare in una squadra di calcio? “Negli ultimi anni – prosegue Armellino – si verificano sempre più distorsioni legate ai campi in sintetico. Cerco quindi di prevenire il più possibile che ciò accada. Inoltre, mi focalizzo soprattutto sulla postura che, se scorretta, può danneggiare il fisico degli atleti. Grazie al trattamento osteopatico, il corpo ha la possibilità di esprimersi al meglio, fattore fondamentale per tutti ma a maggior ragione per gli agonisti”.
Nuove idee anche per la preparazione atletica, che sarà all’insegna di forza, resistenza e prevenzione. “Proporrò qualcosa di un po’ diverso rispetto a ciò che si è abituati a vedere nel calcio dilettantistico. Ho puntato su una preparazione caratterizzata da una variazione di esercizi che faccia allo stesso tempo divertire e faticare i giocatori, spingendoli a dare sempre il meglio”, conclude Armellino, che lavorerà anche con tutte le leve del settore giovanile non appena inizieranno la loro attività.

Articoli correlati

Di