Informazione web della Comunità di Quiliano

free wifi quiliano

P.zza Costituzione
Biblioteca

QUILIANO PIÙ SICURA

L’ obiettivo del progetto denominato “Quiliano in Sicurezza e Rete” intende affrontare il tema del controllo del territorio attraverso misure che consentano di ottimizzare le risorse disponibili tramite strumenti condivisi, attivando forme di collaborazione e cooperazione inter-istituzionale con le Autorità di Pubblica Sicurezza e le Forze dell’Ordine. Il progetto prevede l’installazione di un sistema di […]

L’ obiettivo del progetto denominato “Quiliano in Sicurezza e Rete” intende affrontare il tema del controllo del territorio attraverso misure che consentano di ottimizzare le risorse disponibili tramite strumenti condivisi, attivando forme di collaborazione e cooperazione inter-istituzionale con le Autorità di Pubblica Sicurezza e le Forze dell’Ordine.

Il progetto prevede l’installazione di un sistema di videocontrollo del territorio a mezzo di telecamere con abbinato “in parallelo” un sistema di lettura automatica delle targhe e di controllo della circolazione dei veicoli integrato per dare risposte mirate a specifici bisogni in tema di qualità della vita, sicurezza e controllo sull’abbandono dei rifiuti, quest’ultimo in particolar modo, verrà monitorato dalla Polizia locale, al fine di individuare i trasgressori che, in modo incivile ed illegale, abbandonano quotidianamente, sia rifiuti di minore entità, sia i rifiuti ingombranti, quest’ultimi, quindi, verranno individuati, sanzionati e/o denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Gli interventi sono stati effettuati nelle “aree” di accesso veicolare alla Città di Quiliano e nelle frazioni adiacenti, nei parchi, nelle aree di aggregazione, nelle zone “sensibili” (aree più degradate o di disagio maggiormente percepiti).

Ai fini del perseguimento delle finalità del “Patto per la Sicurezza urbana” e, in particolare, il Comune ha individuato quale prioritario il potenziamento del sistema di videosorveglianza, in modo da coprire anche i varchi di ingresso-uscita al territorio comunale già predisposti per essere integrati al Sistema di Controllo Nazionale Targhe e Transiti (S.C.N.T.T.) nel rispetto delle Linee di indirizzo emanata dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza Direzione Centrale per gli affari generali della Polizia di Stato – con nota prot. N. 003412 del 28 febbraio 2017, fatto salvo eventuali modificazioni derivanti dagli indirizzi che perverranno dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Il Comune di Quiliano si è dotato di un sistema elettronico avanzato e completo, ed in particolare adeguando ed ampliando l’esistente impianto non più performante, introducendo nuovi siti e sostituendo gli apparati oramai obsoleti e non più in grado di supportare i flussi dati necessari al perfetto funzionamento dell’intero sistema di Telecamere.

L’intervento ha previsto l’ampliamento/sostituzione dell’attuale sala apparati.

Attualmente la sala apparati, di proprietà comunale, è presente all’interno del Palazzo

Comunale presso gli spazi utilizzati dalla Polizia Locale

L’intervento ha previsto anche la realizzazione delle opere civili connesse alla

realizzazione degli impianti quali:

– la fornitura e posa in opera di nuovi pali con la formazione dei relativi plinti di

fondazione e pozzetti di ispezione;

– scavi stradali, su terra o su asfalto, per l’allacciamento ai punti di fornitura dell’energia

elettrica, nuovi od esistenti.

L’obiettivo operativo del progetto è quello di “rendere il territorio meno aggredibile da

fattispecie criminose che rappresentano un grave ostacolo allo sviluppo economico, alla

civile convivenza, alla qualità e produttività del lavoro e all’attrattività dei territori” ed è

destinato alla cittadinanza e alle imprese.

L’impianto di videosorveglianza ed il suo utilizzo sarà conforme alle disposizioni

del Garante per la protezione dei dati personali, in particolare al Provvedimento a

carattere generale in materia di videosorveglianza dell’8 aprile 2010 (pubblicato sulla

Gazzetta Ufficiale n.99 del 29 aprile 2010) e al Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR

Articoli correlati

Di